Una autentica riforma della Giustizia Penale

Andare in basso

Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 12:46 pm

A me pare che nell'approcciarsi ad una riforma un partito giovane ed autenticamente nuovo debba avere un approccio molto più innovativo rispetto alla consueta riforma burocratica proposta. Ecco la mia idea: Cancellare la figura dell'avvocato penalista privatistico, istituire il collegio dei difensori pubblici presso la cancelleria penale e creare il reato di falso ideologico in esercizio di avvocatura. Oggi l'avvocato difensore tende a far assolvere l'imputato perquanto colpevole per un malcelato diritto alla migliore difesa possibile. Il penalista per locupletazione (arricchimento) o per interesse personale e di carriera tende a far assolvere un imputato puranche conoscendone la colpevolezza questo (quando in malafede) deve essere un reato penale: falso ideologico in esercizio di avvocatura. Cancellare la carriera privatistica dell'avvocato penalista implica che gli avvocati siano tutti avvocati d'ufficio che collaborano con il giudice inquirente, pagati come i magistrati (quindi in Italia come i parlamentari) fanno carriera e sono premiati con la direzione dell'ufficio di avvocatura secondo il loro grado di interazione con il magistrato inquirente e giudicante e secondo la loro lealtà alle istituzioni. Finisce l'ingiustizia per cui un imputato abbiente può farsi rappresentare da uno studio di avvocati agguerriti e scaltri mentre l'imputato indigente è costretto a ricorrere ad un avvocato d'ufficio sottoqualificato e sottopagato. Il concetto di migliore difesa possibile implica che dell'imputato colpevole vadano fatte valere tutte le attenuanti del caso e le spiegazioni possibili della colpa, non implica che si possa far assolvere un colpevole da parte di un avvocato che ne conosca la colpevolezza. La figura dell'avvocato difensore va risondotta all'ordinamento ed alla lealtà al sistema giuridico del quale fa parte a pieno titolo. L'assoluzione di un colpevole è grave quanto la condanna di un innocente. L'avvocato d'ufficio pubblicistico è da considerrsi come la prima interfaccia fra l'imputato ed il giudizio laddove proprio l'avvocato è il custode della posizione giuridica dell'assitito per via del rapporto fiduciario e diretto che si istaura. E'questa proposta una riforma rivoluzionaria del sistema giuridico mai sperimentata e mai neanche proposta nel diritto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 12:49 pm

Scusa, ma se è uno è innocente fino a prova contraria (ovvero fino all'ultimo grado di giudizio previsto dal nostro ordinamento e oramai in molti casi subentrano anche il grado di giudizio della CEDU o della Corte di Giustizia dell'UE), come si può pensare solo di istituire il reato di falso ideologico per gli avvocati nell'esercizio delle loro funzioni? Un avvocato può anche pensare che il suo assistito sia colpevole, ma se non fosse così? Si creerebbe un gravissimo danno al principio di diritto di difesa da parte dell'imputato in quanto nessuno vorrebbe difenderlo per paura di essere poi condannato per 'falso ideologico'.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 1:25 pm

Ovviamente Umberto il reato funziona se si può dimostrare che l'avvocato abbia agito in malafede conoscendo la colpevolezza del proprio assitito ed abbia provveduto proditoriamente a farlo assolvere. Mi rendo conto che la mia proposta può sembrare un pò marziana è solo estremamente innovativa Surprised

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 1:45 pm

Più che altro quella dell'avvocato rimarrebbe una valutazione personale (un pazzo o un cinico o perchè magari deve coprire qualcun'altro può dichiararsi colpevole per un fatto che non ha commesso ad esempio, ma questo l'avvocato non è detto nè lo è tenuto a sapere) e come tale in questo caso senza effetti giuridici, inoltre personaggi che magari verrebbero dichiarati in lungo ed in largo colpevoli che ne sò... dai media, non potrebbero trovare difesa in quanto nessuno li vorrebbe difendere in quanto li considera colpevoli (anche se magari non lo sono).

Come dicevo ci sono tre gradi di giudizio apposta: non può essere una persona sola a decidere in prima istanza se tu sei colpevole o meno e per questo condannarti in maniera definitiva (in quanto non ci si potrebbe più difendere in maniera adeguata).

Non è questione di essere innovativa è che le basi a mio dire sono sbagliate, oltre al fatto che si andrebbe contro i più basilari principi della CEDU e dell'UE sul fronte di diritto alla difesa dell'imputato in quanto a questi si arrecherebbe un gravissimo pregiudizio.

Inoltre anche ammettendo che si possa fare ciò non andrebbe a modificare in maniera tangibile il fatto che più si è agiati migliori o più avvocati ci si può permettere: nessuno andrebbe mai a difendere (anche se fosse un avvocato d'ufficio) per furto un ragazzino di un quartiere difficile in quanto per estrazione sociale e geografica verrebbe da pensare che sicuramente è stato lui a commettere il furto (anche se poi magari si era trovato nel posto e nel momento sbagliato), quindi comunque la differenziazione sociale rimarrebbe e anzi aumenterebbe ai danni di quei contesti difficili.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 3:19 pm

Scusa il ritardo con cui rispondo, sono stato impegnato. E'evidente che per ogni cosa esiste un rovescio della medaglia, ti invito però a non buttare il senso di questa mia innovazione. Secondo me è scandaloso che gli avvocati che fanno pienamente parte del diritto possano per interessi personali far assolvere imputati che sanno essere colpevoli (cosa che succede spesso). Occorre trovare un modo per riportare questa categoria ad un principio di lealtà e di responsabilità nei confronti delle istituzioni ed occorre riscrivere il concetto di migliore difesa possibile per un imputato. Le tue osservazioni non cambiano il mio punto di vista. E'una riforma, proprio nella nazione in cui il diritto è stato inventato, che farebbe scalpore in tutto il mondo. Peraltro mi aspettavo che tu non fossi d'accordo. A quanto pare non ti convince niente di ciò che propongo. Probabilmente in medio stat virtus. Mi auguro che qualcosa di ciò che ho proposto possa essere valido a prescindere dal tuo parere negativo. Lasciami essere ottimista su questo

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Dom Mag 15, 2011 5:28 pm

Piuttosto che stare a dire "A quanto pare non ti convince niente di ciò che propongo.", che sembra un po' il solito piangersi addosso di cui tanto abbiamo discusso, perchè non entri nel merito delle mie osservazioni? Non mi sembra di aver detto delle cose da poco, riassumo per punti:

1) Come verrebbe garantito il giusto diritto alla difesa partendo dal presupposto che non è l'avvocato che deve giudicare colpevole o innocente il proprio assistito?
2) Come si concilierebbe la tua proposta con le più elementari basi del principio della difesa dell'imputato (riconosciuto oramai in molti casi anche nel diritto internazionale, nel nostro caso 'carta dei diritti fondamentali dell'UE' e trattato istitutivo della CEDU) nel caso questo venisse generalmente considerato colpevole, e quindi nessuno lo difenderebbe, quando invece innocente?
3) Il diritto alla difesa dell'imputato stesso più in generale come si concilierebbe con questa proposta?
4) Dare tale potere agli avvocati o chi per loro non vuol dire di fatto 'privatizzare' la giustizia e non solo: ma addirittura togliendo conquiste storiche come il grado di giudizio plurimo ed il concetto di 'innocente fino all'ultimo grado di giudizio'?
5) C'è il rischio sensibile che si passi da una giustizia 'scientifica' (o per lo meno che cerca di essere oggettiva, ed il grado di giudizio plurimo ed il potersi difendersi servono proprio a quello) ad una giustizia basata sulle 'sensazioni' e per certi versi 'mediatica', per certi versi sommaria insomma, giustizia sommaria che si esplicherebbe tramite l'impossibilità di difendersi. Dico male o dico bene?

Se non rispondi a queste domande la tua proposta non solo è oggettivamente impraticabile, ma pure molto molto pericolosa a mio dire in quanto va a ledere dei principi fondamentali, al di là che poi si possa essere d'accordo o meno sulla figura attuale dell'avvocato o cosa.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Lun Mag 16, 2011 9:28 am

Come sai il grado di giudizio plurimo e la presunzione di innocanza niente hanno da temere dalla mia proposta. Come sai già oggi chi è privo di mezzi ricorre all'avvocato d'ufficio. Cosa sposta se tutti siano chiamati a rivolgersi ad avvocati d'ufficio perchè non esiste più l'avvocato privatista? E'un mezzo per perequare la disparità di trattamento giuridico fra chi può permettersi un avvocato di grido e chi no. Serve a costringere gli avvocati alla massima collaborazione con giudice inquirente e giudicante. Il reato di falso ideologico in esercizio di avvocatura ha un motivo lapalissiano che non può sfuggirti: "l'avvocato difensore che è a conoscenza della colpevolezza del proprio assitito commette un reato penale se in malafede cerca di farlo assolvere come innocente"

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Lun Mag 16, 2011 10:58 am

Come sai il grado di giudizio plurimo e la presunzione di innocanza niente hanno da temere dalla mia proposta.

Se lo spiegassi al posto di darlo come dato assodato (quando assodato non è) magari potrei anche saperlo Wink , se te lo chiedo è perchè invece di dubbi ce ne sono molti, troppi.
Ribadisco: non hai risposto alla mia domande.

Se comunque c'è il reato ecc ecc durante l'esercizio dell'avvocatura ciò vale che sei avvocato d'ufficio o meno tanto per fare un esempio. Inoltre non si capisce perchè dovrebbe essere l'avvocato a giudicare l'assistito quando sappiamo benissimo che questo compito non spetta all'avvocato in alcun modo... correggimi se sbaglio...

Il compito dell'avvocato è di garantire al meglio delle sue possibilità lo svolgimento dell’incarico che gli è istituzionalmente affidato: la tutela dei diritti ed interessi del cliente affinchè la sua posizione sia quanto più possibile tutelata nel rispetto delle norme di legge, non di certo di fare il giudice... compito che spetterà al giudice per l'appunto.

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Ospite il Gio Giu 23, 2011 3:35 pm

Da avvocato penalista devo rilevate alcuni punti importanti:
1. L'avvocato fa assolvere il proprio imputato (cliente) colpevole perchè l'ordinamento glielo consente....ovvero se si va in prescrizione è xchè i termini di prescrizione sono corti per certi reati mentre i tempi per le indagini sono lunghi;
2. Vi sono molte riforme da fare nel penale e presto le illustrerò...ma dire che tutti gli avvocati sono uguali...è un'eresia...se cosi fosse ci sarebbero solo patteggiamenti per chiudere presto i processi...poi chissene frega se un innocente viene condannato (ti faccio un esempio che capita spesso...tu hai una fidanzata ma la tradisci ed avete una lite furibonda alchè questa ti denuncia per molestie sessuali e violenza sessuale aggravata...se tu ti avessi un avvocato di ufficio che se ne frega di farti assolvere xche in ogni caso guadagnerebbe lo stesso bè saresti condannato ingiustamente e probabilmente il tuo nome sarebbe infangato, tu faresti qualche anno di carcere e la tua ex potrebbe inoltre spolparti il patrimonio con il risarcimento danni)

Spero che tu ti renda conto dell'eresia che hai detto!!!!
Di certo la professione va riformata anch'essa...ad esempio io istituirei i difensori di ufficio professionisti che siano tali per concorso come i P.M. cosi da garantire a tutti la difesa ed eliminare il gratuito patrocinio (dietro al quale si celano molte magagne che costano parecchio al sistema giudiziario).

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: Una autentica riforma della Giustizia Penale

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum