Le banche e il loro ruolo etico e sociale in questi anni.

Andare in basso

Le banche e il loro ruolo etico e sociale in questi anni.

Messaggio Da Dario De Vita (iRad) il Lun Apr 30, 2012 3:21 pm

Riporto una interessantissima intervista rilasciata da un coscienzioso imprenditore italiano (articolo di Sergio Di Cori Modigliani)
Leggete tutto l'articolo ed in particolare la biografia dell'imprenditore: http://ilupidieinstein.blogspot.it/2012/04/il-piu-grande-imprenditore-italiano.html
(il titolo è un po' altisonante, ma l'articolo andrà bene per farsi un'idea).

Finito di leggere l'articolo? La domanda che pongo allora è: cosa può fare lo stato per arginare gli effetti della speculazione finanziaria e spingere per passare finalmente risorse ad attività produttive?
avatar
Dario De Vita (iRad)

Messaggi : 797
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 34
Località : Napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Le banche e il loro ruolo etico e sociale in questi anni.

Messaggio Da Ospite il Mar Mag 01, 2012 9:20 pm

per quanto riguarda la cooperatività aziendale avevo gia espresso le mie idee in http://www.forum.nuovademocraziaeuropea.it/t1476-art18-e-riforma-del-lavoro
e come allora confermo in pieno il pensiero del luxottica menagement.
Per quanto riguarda le banche sono espressamente favorevole per liberalizzarle, fin quando saranno i soliti quattro magnati possono sempre concordare le strategie bancari eguali per tutti.Non cè altra soluzione, pultroppo la finanza è bloccata dalle sughisangue gestionali atte ad arricchirsi ed affondare l'economia.....

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum